icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine e la vostra data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia del Centro di Psicologia e Analisi Transazionale
Orientamento teorico-scientifico e clinico
L’Analisi Transazionale fondata da Eric Berne negli anni ‘50 a San Francisco, partendo dalle conoscenze psicoanalitiche che hanno costituito la sua formazione prima con Federn e con Erik Erikson. Eric Berne “costruisce” la sua teoria come ampliamento, in termini fenomenologici e interpersonali, della psicoanalisi da cui è partito.
La teoria dell’Analisi Transazionale è una teoria viva, in evoluzione, utilizzata in molteplici contesti dell’esperienza umana e sensibile ai cambiamenti sociali e culturali del nostro tempo. La sua espansione in tutti i continenti e la sua applicazione in diversi paesi del mondo, confermano la sua visione interculturale. Fanno parte del DNA dell’Analisi Transazionale la flessibilità e la ricerca della possibilità di relazione, l’attenzione agli aspetti clinici e sociali, contestuali dell’esperienza umana.
Gli strumenti teorici dell’Analisi Transazionale, raccolti in un corpus teorico consistente, sono proposti in modo da bilanciare scientificità e apertura: e non propongono una visione “ortodossa” della realtà: lasciano aperta la possibilità a connessioni, contatti, integrazioni con altre teorie/contenuti. Molte connessioni sono evidenti con la psicoanalisi relazionale, con la ricerca neurobiologica sulle basi dell’Intersoggettività, con la teoria dell’Attaccamento.
La natura relazionale dell’AT motiva l’attenzione ai processi sociali, ai bisogni emergenti del territorio inserito in un dato momento storico.

Progetto didattico e metodo
Parole chiave del nostro progetto didattico sono: Intersoggettività, Gruppo e Reti Sociali.
Specificità della nostra Scuola è proporre e approfondire con gli allievi la teoria e le tecniche dell’Analisi Transazionale, con particolare attenzione agli aspetti relazionali, sia nell’intendere il lavoro terapeutico come contrattuale e bilaterale, quindi intersoggettivo, sia nell’intendere e proporre gli strumenti teorici dell’AT in modo flessibile e connesso con altre teorie.
Anche la didattica è intesa in senso relazionale: i momenti teorici sono alternati con scambi con i docenti e con esercitazioni sui temi trattati, analisi di casi, role playing. L’attenzione di fondo è al gruppo di formazione e ai suoi processi, alla potenzialità evolutiva del lavorare insieme.
La filosofia del training è formare futuri psicoterapeuti, a partire da una solida base teorica e tecnica, sollecitandoli a dare spazio e valore alle risorse e aspirazioni personali, così da costruirsi un personale modello di intervento, una propria “arte”.
Viene data un’attenzione costante al gruppo di formazione: alle sue dinamiche, alle sue connessioni con i gruppi sociali e la comunità intesa in senso più ampio di comunità scientifica e sociale.
OrientamentoAnalisi transazionale
DirettoreEvita Cassoni
Anno di riconoscimento MIUR1994 (cod. 12)
Affiliazione a Società ScientificheAssociazione di Analisi Transazionale: CPAT (Nazionale) - EATA (Europea) - ITAA (Internazionale)
IndirizzoVia Archimede, 127 - 20129 Milano
Sito webwww.centropsi.it
E-mailat.mi@centropsi.it
Telefono02.70127021
Fax02.70127022