icona loading
Accedi con credenziali OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
PAROLE PIU' RICERCATE
RICERCA LIBERA
CERCA
Scuola di Specializzazione in Psicoterapia del Centro di Psicologia e Analisi Transazionale
Informazioni pratiche e organizzative
Ingresso
Requisiti d'ammissioneAl corso possono essere ammessi i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia, iscritti ai rispettivi Albi. I predetti laureati possono essere iscritti alla Scuola purché conseguano l'abilitazione all'esercizio professionale entro la prima sessione utile successiva all'effettivo inizio del corso e provvedano nei 30 giorni successivi alla decorrenza dell'abilitazione a richiedere l'iscrizione all'Albo (D.M. 509/1999 - O.M. 10/12/2004).
Criteri d'ammissioneIl numero massimo di iscritti è di 16 studenti specializzandi per ogni anno di corso. La selezione, aperta tutto l’anno, avviene sulla base di due colloqui di ammissione, gratuiti, finalizzati principalmente a comprendere le motivazioni alla scelta dell’attività psicoterapeutica e dello specifico modello di indirizzo e le aspettative legate al percorso formativo.

Percorso
Durata del corsoIl corso è quadriennale; ogni anno di corso prevede almeno 500 ore annue di lavoro.
Sede didattica del corsoLe lezioni si tengono presso la sede della Scuola in Via Archimede 127, Milano.
Retta annuale e rateazione nelle 4 annualitàLa quota annuale è € 3500 esenti IVA in quanto non dovuta, distribuita in rate mensili (ottobre, gennaio, aprile). La quota comprende tutte le attività: lezioni, supervisioni al tirocinio, seminari di formazione, giornate di studio e convegni annuali.
Altri costiRichieste almeno 50 ore annue di analisi personale. la Scuola prevede un accordo con gli Analisti Transazionali Certificati a prezzi contenuti per gli allievi.
Problematiche relative al percorso di studiIn caso di non ammissione all’anno successivo, l’allievo/a che volesse ripetere l'annualità è tenuto al pagamento di una quota ridotta, in base a progetti flessibili da adattare a ogni singola situazione. L’esperienza della maternità è tutelata dalla Scuola che prevede di riservarvi un tempo, a discrezione e secondo le esigenze di ciascuna allieva. Le richieste saranno discusse con la Direzione per concordare piani formativi personalizzati, nel rispetto della qualità della formazione, all’interno della cornice normativa vigente. In caso di rinuncia o abbandono sono previsti rimborsi, valutando ogni singola situazione.
Borse di studioNell’ambito dei propri fini istituzionali e in base alle disponibilità del bilancio, la Scuola mette a disposizione annualmente due borse di studio per gli allievi che si vengano a trovare in condizioni di disagio economico. La borsa di studio copre fino ad un massimo del 50% della quota annua e viene assegnata di norma una sola volta nell’arco del quadriennio. L’allievo può fare richiesta di borsa di studio con una lettera, in carta libera, alla Direzione. La Direzione, in accordo con il Consiglio dei Docenti, decide le assegnazioni e dà in ogni caso risposta scritta e motivata all’allievo.
Durata e frequenza del corsoLe lezioni si svolgono per 10 mesi l’anno, il sabato per l’intera giornata. Per i seminari è previsto l’uso di alcuni venerdì o domeniche l’anno.. È requisito necessario per l’ammissione ad ogni anno di corso che l’allievo realizzi almeno l’80% di frequenza alle attività didattiche previste dalla normativa vigente e dal presente regolamento.
Esami e idoneitàCaratteristica fondamentale delle attività didattiche della Scuola è l’apprendimento attraverso l’esperienza: progressivamente vengono sollecitate la partecipazione e il coinvolgimento diretto degli allievi attraverso esercitazioni, analisi di casi, role playing, discussioni su audio e videoregistrati, gruppi alla pari. Molta attenzione è posta al gruppo di formazione ed ai suoi processi: le dinamiche legate al “qui ed ora” del gruppo, l’evoluzione, la vita, i processi comunicativi del gruppo. Ogni classe ha l’accompagnamento di due tutor scelti tra i docenti supervisori. I momenti di valutazione sono importanti elementi di apprendimento, in una linea metodologica in cui il “contesto sociale” di appartenenza è elemento intersoggettivo fondamentale. Ogni anno di corso si conclude con un processo di valutazione che riguarda l’apprendimento cognitivo e professionale, l’attività di tirocinio e la formazione personale. Al termine del primo anno la valutazione è articolata in diversi momenti: autovalutazione con feedback mirati del gruppo e valutazione da parte dei docenti, tutors dell’anno. Particolare accento viene posto in questa fase sull’apprendimento degli strumenti concettuali di base e sulle modalità relazionali del gruppo. Il secondo anno si conclude con la presentazione di un lavoro di ricerca focalizzato solitamente sugli aspetti transferali e controtransferali che si sviluppano nel campo della relazione terapeutica; tema applicato alla propria esperienza professionale. Questa attività ha lo scopo di consolidare la conoscenza teorica degli strumenti concettuali acquisiti, attraverso la rassegna della letteratura sull’argomento prescelto, operando una lettura clinica ed utilizzando una metodologia di osservazione che consenta di valutare i possibili risultati. Il lavoro degli allievi viene presentato ai docenti ed ai colleghi di corso in una sessione intensiva di lavoro – detta Miniconvegno – conclusa da un significativo momento di feedback e valutazione che riguarda i contenuti e il processo relazionale della presentazione. Al termine del terzo anno l’allievo presenta una tesi su un caso clinico seguito durante l’anno nella sua pratica professionale, con particolare attenzione alla diagnosi – con gli strumenti dell’Analisi Transazionale e non – ed alle linee generali del piano terapeutico. La presentazione avviene in un seminario intensivo in cui l’allievo riceve i feed-back del gruppo e la valutazione dei docenti.
Al termine del quarto anno la valutazione si articola in una tesi scritta di presentazione di un caso seguito dall’allievo (diagnosi, trattamento, valutazione dell’intervento ed approfondimento teorico) e in una prova orale di discussione del suo lavoro con tre pazienti diversi, attraverso la presentazione di trascritti di sedute (tape). La tesi scritta viene corretta e valutata da un analista transazionale certificato. L’esame orale si svolge davanti ad una commissione esaminatrice composta da tre membri: docenti della Scuola - degli insegnamenti caratterizzanti e degli insegnamenti generali - e da psicoterapeuti certificati (CTA, PTSTA, TSTA) dalle associazioni internazionali di Analisi Transazionale. Questo esame tiene conto delle procedure e dei requisiti formativi richiesti dalle associazioni internazionali di Analisi Transazionale, e viene riconosciuto come parte del percorso per ottenere la certificazione di primo livello (CTA) prevista da EATA e ITAA.
Biblioteca e altre facilitazioniLa biblioteca è composta da circa 1000 libri. Se sono previste altre facilitazioni (banche dati ecc.). È consentito l’accesso ai disabili.

Uscita
Collaborazioni professionali presso la ScuolaLa Scuola tiene conto dei requisiti formativi richiesti dalle associazioni interazionali di Analisi Transazionale. L’allievo, al termine del proprio percorso formativo, può accedere se crede direttamente all’esame di certificazione di primo livello (CTA) secondo gli standard previsti da EATA e ITAA.
OrientamentoAnalisi transazionale
DirettoreEmanuela Lo Re
Anno di riconoscimento MIUR1994 (cod. 12)
Affiliazione a Società ScientificheAssociazione di Analisi Transazionale: CPAT (Nazionale) - EATA (Europea) - ITAA (Internazionale)
IndirizzoVia Archimede, 127 - 20129 Milano
Sito webwww.centropsi.it
E-mailat.mi@centropsi.it
Telefono02.70127021
Fax02.70127022