icona loading
Accedi con credenziali OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
PAROLE PIU' RICERCATE
RICERCA LIBERA
CERCA
IRPA - Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata
Informazioni pratiche e organizzative
Ingresso
Requisiti d'ammissioneAl corso possono essere ammessi i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia, iscritti ai rispettivi Albi. I predetti laureati possono essere iscritti alla Scuola purché conseguano l'abilitazione all'esercizio professionale entro la prima sessione utile successiva all'effettivo inizio del corso e provvedano nei 30 giorni successivi alla decorrenza dell'abilitazione a richiedere l'iscrizione all'Albo (D.M. 509/1999 - O.M. 10/12/2004).
Criteri d'ammissioneIl numero massimo di iscritti è di 20 studenti specializzandi per ogni anno di corso. Il colloquio di ammissione è gratuito. Ai fini dell’ammissione vengono valutati: laurea, iscrizione all'Albo degli psicologi, terapia personale in corso, frequenza di corsi propedeutici, motivazione offerte dal candidato, valutazioni ricavate dai colloqui sulle sue possibilità e attitudini in campo psicoterapeutico. È possibile l’immatricolazione ad anni successivi al primo, a condizione che il candidato pervenga da scuole psicoterapeutiche con indirizzo psicodinamico ad orientamento freudiano/lacaniano.

Percorso
Durata del corsoLa Scuola ha durata di quattro anni.
Sede didattica del corsoLe lezioni si terranno a Milano, in via Alessandro Pestalozza 12/14, e a Grottammare (AP), presso la Biblioteca comunale M. Rivosecchi, in via Matteotti 41.
Retta annuale e rateazione nelle 4 annualità€ 4000 rateizzabili.
Altri costiVanno aggiunti alla retta i costi delle supervisioni e dell’analisi personale.
Problematiche relative al percorso di studiIn caso di non ammissione all’anno successivo, l’allievo/a che volesse ripetere l'annualità è tenuto al pagamento della quota annuale intera. È possibile richiedere la sospensione per malattia o maternità. In caso di rinuncia o abbandono non sono previsti rimborsi.
Borse di studioSono previste tre borse di studio, una per la sede di Milano, due per la sede di Grottammare. Il valore della borsa di studio è di 1000 euro l’anno; per mantenere il diritto alla borsa di studio lo studente deve conseguire agli esami di fine anno una votazione non inferiore a 27/30.
Durata e frequenza del corsoLe lezioni si tengono in sede nel fine settimana (venerdì pomeriggio, sabato mattina e pomeriggio, domenica mattina), indicativamente una volta al mese. Le assenze (motivate e giustificate) sono concesse per un massimo del 15% del monte ore. La frequenza minima quindi è dell'85% del monte ore.
Esami e idoneitàGli allievi del I, II, III anno sono tenuti a presentare alla fine di ogni anno un saggio scritto (minimo 20 pagine) che nel primo anno dovrà sviluppare un tema scelto in grado di intersecare più argomenti che sono stati sviluppati nelle lezioni svolte nel corso dell’anno. Negli anni successivi il saggio dovrà avere come riferimento di base il materiale clinico relativo al proprio tirocinio, mettendo in connessione con esso aspetti teorici legati agli insegnamenti svoltisi nel corso dell’anno. Il Direttore scientifico nominerà per ciascun saggio scritto un docente Lettore. La valutazione intermedia verrà espressa in trentesimi considerando 18/30 il voto minimo di sufficienza.
Alla fine del IV anno l’allievo, oltre ai colloqui d’esame relativi all’anno in corso, dovrà presentare, anziché il consueto elaborato scritto, una tesi di specializzazione. La tesi di specializzazione consiste in un elaborato scritto (minimo 50 pagine, 2500 battute per ogni pagina) concernente un caso clinico (l’analisi della domanda, la diagnosi strutturale, l’impostazione teorica e clinica della direzione della cura) e le sue eventuali implicazioni con la teoria psicoanalitica. La tesi viene seguita da un Docente Relatore che l’allievo potrà scegliere, a partire dal III anno, tra tutti i docenti avuti nel suo corso di studi. La discussione della tesi avverrà in una seduta pubblica alla presenza di una Commissione di Valutazione la cui composizione viene definita dal Direttore Scientifico con la partecipazione del Relatore e di un Docente Esterno che fungerà da correlatore (proveniente da un’università, da un altro istituto di psicoterapia o di ricerca (nazionale o internazionale) o di “chiara fama” (nazionale o internazionale). Il correlatore esterno può essere indicato dall’esaminato stesso. Altrimenti la sua nomina sarà disposta dal Direttore Scientifico. Nella prova finale l’allievo sarà tenuto ad esporre i risultati del suo lavoro. Il correlatore svolgerà il suo intervento successivamente ponendo alcuni quesiti al candidato il quale avrà modo di replicare nella fase finale della discussione. Per la discussione è previsto un tempo di lavoro di un’ora. La valutazione finale verrà espressa considerando 66/110 il voto minimo di sufficienza e 110 con lode e dignità di pubblicazione il voto massimo.
Biblioteca e altre facilitazioniÈ prevista una biblioteca composta da 1000/1500 volumi. Le strutture sono accessibili ai disabili.

Uscita
Collaborazioni professionali presso la ScuolaNon sono previste collaborazioni presso la Scuola da parte degli ex allievi.
OrientamentoPsicoanalitico lacaniano
DirettoreMassimo Recalcati
Anno di riconoscimento MIUR2007 (cod. 224)
Affiliazione a Società Scientifiche-
IndirizzoVia Alessandro Pestalozza 12/14 - 20131 Milano
Sito webwww.istitutoirpa.it
E-mailinfo@istitutoirpa.it
Telefono346.4913642
Fax02.49528619