Skip to Content
Accedi con credenziali OPL
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordine Recupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
27/04/2022
PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI LEGGE SULLO PSICOLOGO DELLE CURE PRIMARIE IN LOMBARDIA
immagine articolo PRESENTAZIONE DELLA PROPOSTA DI LEGGE SULLO PSICOLOGO DELLE CURE PRIMARIE IN LOMBARDIA OPL è orgogliosa di poter comunicare ai propri iscritti che oggi oggi si è svolta in Regione Lombardia la conferenza stampa di presentazione della proposta di legge bipartisan per l'istituzione dello Psicologo delle cure primarie, con primi firmatari i consiglieri regionali Simona Tironi (Forza Italia) e Niccolò Carretta (Misto-Azione).

La proposta di legge, alla cui presentazione è intervenuta la nostra Presidente Laura Parolin è in continuità il lavoro istituzionale che l’Ordine ha ininterrottamente portato in Regione Lombardia negli ultimi due anni e che aveva portato all’inserimento degli psicologi all’interno delle Case di comunità e successivamente - a gennaio di quest’anno - all’approvazione della mozione sullo Psicologo delle cure primarie.

La proposta di legge recepisce due punti fondamentali sostenuti ininterrottamente dall’Ordine: la carenza nel SSR di professionisti psicologi e il sempre crescente bisogno di psicologia espresso dai cittadini anche precedentemente alla pandemia e successivamente aciutosi proprio con l’emergenza sanitaria.

La proposta di legge sullo psicologo delle cure primarie prevede un budget di 12 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2023-2025.

Lo Psicologo delle cure primarie sarà un professionista regolarmente iscritto all’Ordine, non potrà essere già un dipendente a tempo indeterminato del SSR o SSN, sarà inserito a tempo pieno nei distretti territoriali e all’interno di tutte le Case della Comunità per l'attività di assistenza psicologica primaria e lavorerà in collaborazione con i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e gli specialisti ambulatoriali.

In particolare, il proposta di legge prevede che lo Psicologo di base si occupi di erogare interventi di primo livello, di prevenzione, diagnosi ed intervento precoce, consulenza, valutazione e sostegno psicologico, offrendo così supporto psicologico tempestivo, diffuso e gratuito oltre ad attività di screening del tipo di bisogno, del livello di urgenza e gravità dell’utenza.

Sosteniamo con entusiasmo un progetto che va nella direzione di valorizzare la competenza psicologica, dare una risposta strutturata al bisogno dei cittadini riconoscendo la necessità di realizzare dei presidi di prossimità stabili per ‘normalizzare’ l’accesso alle cure psicologiche, rendendo la cura della Salute Psicologica davvero accessibile a tutti.

Questo non potrà che contribuire a facilitare la prevenzione primaria e a diminuire l’impatto delle situazioni ingravescenti sulla qualità della vita delle persone.
Condividi questa notizia su