X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
25/01/2018
Psicologi in zona 2017: l’appuntamento "metropolitano" con il territorio
immagine articolo  Psicologi in zona 2017: l’appuntamento Lo scorso martedì, 16 Gennaio 2018, si è tenuto presso la Casa della Psicologia, a Milano, l’incontro conclusivo dell’edizione 2017 del Progetto “Psicologi in zona" che ha avuto come ospiti i rappresentanti dei Municipi del Comune di Milano e gli psicologi volontari che hanno aderito al Progetto e che, durante tutto l’arco del suo svolgimento, avvenuto nei mesi di Settembre e Ottobre dello scorso anno, hanno rappresentato i veri protagonisti dell’incontro con i cittadini.

Psicologi in Zona, nato nel 2015 in concomitanza con l’EXPO della città di Milano, ha tra i suoi principali obiettivi vi sono:
  • avvicinare le persone alla psicologia favorendo un minor pregiudizio nei confronti di questa professione sanitaria,
  • raccogliere le istanze provenienti dalla cittadinanza,
  • di migliorare la visibilità delle realtà psicologiche presenti sul territorio e di facilitare la costruzione di reti di relazione stabili con le istituzioni territoriali.
Nel dettaglio, il Progetto ha visto la presenza di 120 psicologi in punti informativi, liberi e gratuiti, predisposti dall’OPL, collocati in otto diverse zone di Milano. La scelta dei luoghi è ricaduta sulle periferie al fine di poter intercettare anche fasce di popolazione di diversa estrazione sociale.
Nei gazebo, era possibile prendere o consultare il materiale specifico relativo alle aree tematiche psicologiche di maggiore rilievo e compilare un questionario inerente la conoscenza dei servizi psicologici presenti nel territorio (noti al 30%, ignorati dal 70% degli intervistati). Questo ha favorito un approfondimento più specifico e sistematizzato dei bisogni e dei limiti di ciascun Municipio agevolando in tal modo la progettazione d’interventi mirati.
Rilevante è la differenza emersa dal confronto dei dati relativi alla domanda: “Quali servizi desidererebbe ricevere?” alla quale, se nel 2015 i cittadini rispondevano molto genericamente: “Informazioni generali sulla psicologia”, nel 2017 l’area prevalente di interesse ha riguardato l’ambito dell’Età evolutiva e dell’Adolescenza. Questo spostamento di focus da un ambito più generale a uno più strettamente specifico ha consentito, in primis, di riflettere sul fatto che in questi tre anni i cittadini si sono avvicinati concretamente al mondo della psicologia e in secondo luogo fa emergere il desiderio da parte loro di tutelare, proteggere e soprattutto investire sui bambini e sui giovani, rappresentanti del futuro della nostra città.
L’Ordine ha colto l’occasione con i rappresentanti dei Municipi milanesi per lanciare la proposta di favorire l’ingresso dei suoi iscritti all’interno delle Scuole, che rappresentano il luogo elettivo di incontro con la fascia più giovane della popolazione.
I cittadini raggiunti attraverso gli stand sono aumentati sensibilmente rispetto alle edizioni passate: da circa 800 cittadini del 2015 a circa 1200 del 2017.
L’incontro con i Municipi del territorio di Milano ha permesso anche di tracciare le direttrici per le future edizioni, esprimendo la piena volontà di riproporre l’iniziativa rendendola sempre più fruibile da parte dei cittadini, più adattabile ai loro bisogni e verosimilmente più integrabile con le richieste provenienti dalle Istituzioni.
 
 “Psicologi in zona” rappresenta un progetto che rinnova la bellezza della Professione dello Psicologo anche al di fuori degli studi, nell’incontro quotidiano con l’Umano, avvicinando con professionalità gli psicologi al contesto dei cittadini: la strada e il quotidiano.
La qualità dell'Incontro che nasce da eventi come questo consolida nelle persone la presenza di una traccia concreta e positiva connessa all'immaginario della nostra categoria professionale.

È possibile scaricare la relazione completa sull’iniziativa qui.
 
"Psicologi in zona" vi ringrazia e vi da appuntamento a molto presto.
Condividi questa notizia su