X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine e la vostra data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
21/05/2018
L’integrazione artistica multisensoriale: il connubio tra musica, psicologia e design
immagine articolo L’integrazione artistica multisensoriale: il connubio tra musica, psicologia e design Lunedì 21 maggio ore 15.00 Museo del Violino Cremona - Auditorium Arvedi

Paolo Fresu, uno dei portavoce più intensi dell'integrazione della musica con le arti visive e le suggestioni ambientali, racconterà l'esperienza di Time in Jazz che da più trent'anni celebra in Sardegna, attirando gente da tutto il mondo, l'integrazione delle arti umane, insieme a rappresentanti del Design, della Psicologia e delle Neuroscienze. La conferenza si chiuderà con un assolo dell'artista. 

La conferenza, organizzata dall’OPL (Ordine degli Psicologi della Lombardia)  in collaborazione con l’Università degli Studi di Pavia, il Museo del Violino e l’Auditorium Arvedi di Cremona e la comunità Sarda di Cremona, ha lo scopo di valorizzare l’interdisciplinarità fra psicologia, musica e design in un contesto anche neuroscientifico.

L’iniziativa si connoterà per un libero dibattito tra l’artista (paolo Fresu, principale relatore) e rappresentanti del mondo della Psicologia (Fabrizio Pasotti), del Design (Luciano Galimberti),  delle Neuroscienze (Gabriella Bottini) e del giornalismo scientifico (Daniela Ovadia). 

L’evento è gratuito e aperto a tutti, fino a esaurimento dei 350 posti disponibili
Condividi questa notizia su