X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
17/11/2017
Psicologia dello sport: dalla ricerca ai risultati
immagine articolo Psicologia dello sport: dalla ricerca ai risultati Lo scorso novembre L’Ordine degli Psicologi della Lombardia ha avviato un progetto dedicato alla Psicologia dello Sport, ambito professionale che riscuote sempre maggiore interesse da parte dei colleghi.

La fase di ricerca era articolata in diversi momenti e la sua conduzione ha abbracciato tutto il primo semestre del 2017.

Il gruppo di coordinamento era guidato da Flavio Nascimbene, Caterina Gozzoli, Stefania Ortensi, Patrizia Steca che da anni si occupano di studi e attività di ricerca in questo settore.

Il gruppo operativo che ha seguito le diverse fasi del lavoro sul campo era composto da Lucia Buonriposi, Chiara D'Angelo e Andrea Greco.

Al nostro invito a partecipare alla rilevazione quantitativa hanno risposto oltre 500 colleghi e questo lo consideriamo già un risultato interessante.

Abbiamo ritenuto importante condividere un primo documento sintetico con le principali evidenze della ricerca scaricabile QUI.

Sicuramente si confermano alcune costanti:

. il grande crescente interesse da parte della comunità professionale è accompagnato dal riconoscimento sempre maggiore di questa figura anche da parte degli organismi sportivi e degli stakeholders a vari livelli;
. è alta l’esigenza di una specifica formazione e di una certa competenza del settore sportivo in cui si decide di operare;
. la figura dello psicologo dello sport, nelle esigenze della committenza, è ben più articolata della sua rappresentazione sociale: gli ambiti di intervento non riguardano solo il singolo sportivo, ma abbracciano la vita dell’organizzazione a vari livelli e con continuità.

La fase di ricerca ha costituito un primo momento fondante per comprendere lo stato dell’arte e ricostruire anche la percezione interna ed esterna – alla categoria professionale - di questa figura.

Il prossimo passo sarà la costituzione di una community specifica attorno a questo grande interesse raccolto per fare network e contribuire a una riflessione congiunta da cui fare nascere occasioni di intervento e di promozione della nostra professione.
Condividi questa notizia su