pixel facebook
Portale in caricamento
Accedi con credenziali OPL
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
PAROLE PIU' RICERCATE
CERCA
16/12/2016
OPL in prima linea per la tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza
immagine articolo OPL in prima linea per la tutela dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza Uno dei passaggi chiave di questo 2016 che volge al termine è stato, per l’Ordine degli Psicologi della Lombardia, la rassegna Tu Sei, la psicologia per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, promossa in stretta sinergia con il Comune di Milano e con la collaborazione fattiva di organizzazioni quali UNICEF e Save The Children, AIAF Lombardia “Milena Pini” e l’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

In programma a Milano tra il 21 e il 28 novembre, Tu Sei ha inteso rendere evidente e tangibile la connessione fra l’intervento psicologico e le azioni di promozione e tutela dei diritti di bambini/e e adolescenti. Pensata in continuità rispetto al progetto complessivo “La psicologia per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza - Feeling Children’s Rights”, la rassegna ha, infatti, valorizzato il ruolo strategico della psicologia nella costruzione di un benessere integrale bio-psico-sociale dell’individuo.

Nel rappresentare questa specifica istanza, OPL ha scelto di abbracciare una prospettiva di sistema, aggregando un ventaglio ampio e qualificato di istituzioni, enti, organizzazioni, professioni e associazioni. La tutela e la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è, infatti, una questione trasversale rispetto al dibattito sulla scuola, sulla famiglia, sulle periferie e sull’integrazione. Richiede, pertanto, un approccio di rete, al quale OPL e Tu Sei hanno dato un contributo tangibile, promuovendo il Patto ‘Diritti al Via’, una piattaforma di collaborazione tra tutti gli attori, pubblici o privati regionali, in grado costruire una rete attiva di promozione e di tutela. Il 24 novembre la Casa della Psicologia – il polo culturale costituito a Milano da OPL – ha ospitato la sigla ufficiale del Patto. Hanno aderito, tra gli altri, il Garante Regionale per l’infanzia e l’adolescenza, il Comune di Milano (Assessorato Politiche Sociali), il Comitato Regionale UNICEF, Save the Children Lombardia, l’Ordine degli Assistenti Sociali Lombardia, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Milano, CISMAI, Camere Minorili di Milano, AUPI, ASGI, SIPEM SOS Lombardia, Associazione Pollicino e Centro crisi genitoriale ONLUS, Psicologi per i Popoli, SINPIA Lombardia, Associazione per l’EMDR Italia.

Accanto a questo momento di alta valenza istituzionale, Tu Sei ha proposto numerose altre occasioni di sensibilizzazione, coinvolgimento e incontro. Qui di seguito i momenti salienti della manifestazione:

  • Open Day per le scuole: Tu Sei ha dedicato le prime due giornate alle scuole, aprendo le porte di Casa della Psicologia ai più piccoli, che hanno visitato mostre didattiche e percorsi interattivi, basati sulla CRC Convenzione per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
  • Charity Dinner: per sottolineare la concretezza dell’impegno della comunità degli psicologi lombardi in difesa dei bambini vittime di traumi, in Italia come all’Estero, Tu Sei ha promosso un'importate raccolta fondi. Una cena solidale – organizzata nella Sala Viscontea del Castello Sforzesco, il 22 novembre – ha permesso di sostenere due progetti rivolti a bambini e adolescenti in difficoltà, nelle città di Milano e di Aleppo, in Siria. Alla serata hanno preso parte personalità del mondo della cultura, delle istituzione e delle associazioni.
  • Il Talk Show: la serata conclusiva della rassegna Tu Sei è stata dedicata alle questioni dell’accoglienza, dei flussi migratori e dei minori stranieri non accompagnati. Il 28 novembre presso il Cinema Apollo, si è tenuto, infatti, un talk show pubblico dal titolo Uscire dal labirinto della Paura – bambini e bambine migranti tra povertà e diritti negati. Alternando momenti di spettacolo e di dibattito, l’evento ha fatto luce sulle dimensioni del fenomeno migratorio e sugli aspetti psicologici, culturali, sociali e politici che riguardano, nello specifico, i minori.

L’infanzia è un patrimonio prezioso. Lavorare con i più piccoli rappresenta un privilegio e, al contempo, una responsabilità che ci mette di fronte alla sfida più bella: accompagnare la nostra comunità verso il futuro. Con questo spirito abbiamo promosso la rassegna Tu Sei, che sta già dimostrando di avere dato il via a energie e sinergie preziose per la nostra pratica professionale e per la promozione e tutela dei diritti dei più piccoli, nella nostra Regione.
Condividi questa notizia su