icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine e la vostra data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
04/07/2016
Casa della Psicologia: una serata sul connubio tra musica e psicoanalisi, capace di offrire inedite chiavi di lettura della nostra vita emotiva, affettiva e psichica Evento gratuito promosso dall'Ordine degli Psicologi della Lombardia
immagine articolo Casa della Psicologia: una serata sul connubio tra musica e psicoanalisi, capace di offrire inedite chiavi di lettura della nostra vita emotiva, affettiva e psichica 

Evento gratuito promosso dall'Ordine degli Psicologi della Lombardia 

Milano, 4 luglio 2016La musica riesce a evocare le emozioni più profonde. Gioia, malinconia, rabbia, sono solo alcuni dei sentimenti che l’ascolto di una melodia riesce a suscitare.  Per non parlare del coinvolgimento del corpo e della voglia di muoversi. Nessuna altra arte – pittura, scultura, poesia o letteratura, per quanto seguita e amata possa essere – si avvicina alle capacità emotive della musica. Esiste, quindi, una sovrapposizione tra la musica e le emozioni. Ma come e perché si sviluppa questa interconnessione? E quali sono gli aspetti più rilevanti? Casa della Psicologia – il polo culturale permanente creato dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia (OPL) – promuove un evento dedicato alla relazione esistente tra musica ed emozioni e alle sfumature possibili che questo rapporto può assumere.

“La musica ha un potere straordinario. È ascoltando un brano che la persona riesce a risalire ai pensieri e ai ricordi più profondi. È per questo suo potere che la musica è entrata a far parte della professione dello psicologo, assumendo un valore terapeutico di non poco conto. Ma per capirne la potenza, e di conseguenza tutti i suoi ambiti di applicazione, è necessario approcciarsi ad essa ed entrare in contatto con chi di musica vive e con chi la crea. Nuovamente la psicologia si apre ad altre professionalità, perché il confronto e la conoscenza sono importanti" sottolinea Riccardo Bettiga, presidente di OPL.

L’incontro vedrà come protagonisti Fausto Petrella, psicoanalista che da sempre ha approfondito la correlazione tra arte e psicoanalisi, e Gastón Fournier-Facio, direttore artistico del Teatro Regio di Torino. Parteciperà il maestro Omer Meir Wellber, tra i più giovani direttori d’orchestra che, grazie a una esecuzione musicale, offrirà una punteggiatura particolare al dibattito.

 L’evento è gratuito e aperto al pubblico, previa prenotazione all’indirizzo casadellapsicologia@opl.it.
 
Condividi questa notizia su   
File e link correlati CS_ Evento Musica ed emozioni