X Il sito opl.it utilizza cookie tecnici e di terze parti per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualsiasi suo elemento acconsenti all'uso dei cookie
icona loading
ACCESSO ISCRITTI OPL
Numero Iscrizione Ordine
Password
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire qui il vostro numero di iscrizione all'ordine e la vostra data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Inserire qui il vostro cognome per recuperare il numero di iscrizione all'ordine
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
RICERCA LIBERA
CERCA
Evento Cineforum OPL Torna all'elenco
Rassegna Cinematografica TEMPI MODERNI: Collateral Beauty
Data evento: 25/05/2018
Orari: 20:30
Luogo evento: Casa della Psicologia, piazza Castello 2, Milano

immagine articolo Rassegna Cinematografica TEMPI MODERNI: Collateral Beauty “C’e’ una crepa in ogni cosa, ed e’ da li’ che entra la luce. Lutto, trauma e rinascita”
Relatore: Enrico Cazzaniga
Moderatore: Alessandro Ciardi

La bellezza "collaterale" è il timido splendore delle cose, il fascino inatteso di un gesto gentile, la luce che irradia da un incontro o da un luogo e che diventa accecante non appena nasce, si sviluppa ed esplode in chi si riapre alla vita un fortissimo senso di appartenenza.

Ecco spiegato il titolo del nuovo film di David Frankel, già regista di alcuni episodi di Sex & The City e soprattutto (fra gli altri) de Il diavolo veste Prada, con cui questo Xmas movie (e poi spiegheremo perché lo è, al di là della data di uscita, che da noi però è leggeremente slittata) condivide l’ambientazione newyorchese, anche se la città dell’Empire State Building è meno scintillante e romantica, meno frenetica e soprattutto dotata di una personalità meno ingombrante. Il che è anche giusto, perché in Collateral Beauty molto si gioca nella mente e nel cuore (o comunque nel ristretto entourage) di un uomo che si è ammalato di una depressione "eccentrica", un pubblicitario non più di grido che ha perso la sua adorata figlia di sei anni e trascorre le giornate in stato quasi catatonico.

Il lutto, eccolo qui! E per di più legato alla scomparsa di una bambina… che argomento difficile da affrontare, e che situazione "ostile" da raccontare, a meno che non si voglia annegare nel melmoso stagno del trito melò o non si desideri essere ricattatori come un qualsiasi cancer-movie o come il campione di pessimismo cosmico 21 grammiCollateral Beauty, invece, per merito dell’originale sceneggiatura di Allan Loeb, il melò in parte lo evita, inventandosi i personaggi di tre attori di teatro a cui i migliori amici e colleghi del protagonista chiedono di fingersi "il tempo", "l’amore" e "la morte", tre concetti astratti ai quali lo sventurato ha scritto lettere di protesta. Muovendosi così fra realtà e finzione, fra maschere più o meno pirandelliane e individui concreti che provano testi sconosciuti in polverosi teatrini Off-Broadway, il film riesce anche a trasformare il dolore in commedia, affidando fra l’altro a una regina come Helen Mirren una meravigliosa (e ironica) tirata e intrecciando sempre due modi di recitare diversi: uno più naturale, l’altro più caricato.

(ComingSoon)
Condividi questo evento su   
Si prega di compilare un modulo per ogni singola richiesta di partecipazione, grazie.
Tipologia partecipante
Eventuale N° iscr. OPL (facoltativo)
Nome*
Cognome*
E-Mail*
Telefono*
Autorizzo al trattamento dei dati sopra riportati in conformità al D.Lgs. 196/2003.
I dettagli del trattamento sono visibili nella pagina Note Legali
Autorizzo all'invio tramite email delle notizie sui prossimi eventi organizzati dall'Ordine presso la Casa della Psicologia

* campo obbligatorio
Disclaimer Nella sezione “EVENTI” del sito, OPL offre ai propri iscritti e ai cittadini un servizio di informazione su eventi, corsi e iniziative d’interesse nella divulgazione e formazione della psicologia, non necessariamente promosse e/o patrocinate da OPL , bensì su iniziativa di soggetti terzi.
Pertanto si declina ogni responsabilità circa eventuali errori, disservizi e/o inadempimenti con riferimento agli eventi, corsi e iniziative non espressamente organizzati e/o patrocinati da OPL.