pixel facebook
Portale in caricamento
Accedi con credenziali OPL
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordineRecupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
PAROLE PIU' RICERCATE
CERCA
Cosa si nasconde dietro il complottismo?
Data evento: 18/01/2021
Orari: dalle 21:00 alle 23:00
Luogo evento: Online su piattaforma GoToWebinar

immagine articolo Cosa si nasconde dietro il complottismo? C’è una mano malvagia la cui nefasta influenza condiziona la nostra vita quotidiana, le decisioni politiche, l’andamento dell’economia e le libere scelte dei cittadini. Una rete di persone e istituzioni controlla l’informazione per influenzarci e renderci un gregge senza pensiero, continuamente distratto da una luccicante giostra di falsità e diversivi.
Eventi orrendi accadono nella cerchia dei potenti, nascosti allo sguardo delle masse...ma il popolo si è ormai svegliato e ha smascherato il loro sporco gioco. Una battaglia silenziosa per il controllo del mondo è in corso, ma nessuno è disposto a raccontarvelo.

Nonostante quello che avete appena letto assomigli alla scadente sceneggiatura di un thriller psicologico è evidente a chiunque frequenti i social network che questo scenario oscuro e spaventoso rappresenta per molti la lente per leggere l’attualità. Questa visione della realtà, spesso definita complottismo, non è esclusiva di questo momento storico ma è certamente nell’evoluzione della tecnologia e dei mezzi di comunicazione che ha trovato il suo “brodo di coltura” ed è arrivato oggi ad assumere una diffusione allarmante.

Perché interpretazioni tanto polarizzate e improbabili della realtà trovino una così vasta accoglienza rimane in parte ancora da capire ma una cosa è certa: risultano spesso impermeabili a qualunque forma di verifica dei fatti o alla contraddittorietà delle loro stesse argomentazioni.

Sembra ormai urgente analizzare e comprendere il fenomeno perché il numero delle persone coinvolte ne rende evidente il rilievo sociale e le recenti elezioni presidenziali negli Stati Uniti ne hanno mostrato il potenziale di strumentalizzazione a fini politici.

Poiché non ci sono comportamenti umani privi di un senso quali sono i fattori psicologici coinvolti in ragionamenti così fortemente orientati al sospetto verso tutto ciò che è ufficiale e istituzionale? E quali le caratteristiche di internet che ne favoriscono la rapida diffusione? Il fact-checking, i dati scientifici e le argomentazioni razionali sono davvero efficaci nel contrastare questo fenomeno?
Ne parleremo con:
David Puente responsabile del fact-checking della testata Open.online, Debunker
Walter Quattrociocchi Professore Associato presso il Dipartimento di Informatica dell'Università Sapienza di Roma
Caterina Suitner Professoressa Associata presso il Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università di Padova

Modera:
Davide Baventore vicepresidente dell’OPL

Per iscriverti clicca QUI


Condividi questo evento su   
File e link correlati Locandina
Disclaimer Nella sezione “EVENTI” del sito, OPL offre ai propri iscritti e ai cittadini un servizio di informazione su eventi, corsi e iniziative d’interesse nella divulgazione e formazione della psicologia, non necessariamente promosse e/o patrocinate da OPL , bensì su iniziativa di soggetti terzi.
Pertanto si declina ogni responsabilità circa eventuali errori, disservizi e/o inadempimenti con riferimento agli eventi, corsi e iniziative non espressamente organizzati e/o patrocinati da OPL.