Skip to Content

Ordine Psicologi della Lombardia

Accedi con credenziali OPL
INVIA Non ricordo il mio numero di iscrizione all’ordine Recupera password
Inserire il numero di iscrizione all'ordine e la data di nascita per reimpostare la password
Non ricordo il mio numero di iscrizione all'ordine Torna al login
INVIA
Torna al login
INVIA
bottone apertura menu mobile
NoMessaggio
X
NoMessaggio
X
COME FARE PER Torna all'elenco

Intestazione fattura

In caso di consulenza a un minore, la fattura va intestata al minore o al genitore?

La fattura andrebbe intestata al soggetto nei cui confronti è erogata la prestazione, non solo per un aspetto fiscale ma anche e soprattutto legale e di responsabilità.
Può accadere però che venga emessa ad un soggetto diverso dal fruitore: è il caso tipico di un soggetto che ha il parente (minore) a carico e  quindi paga per conto del parente e ne può detrarre le spese sanitarie (proprio perché a carico).
Si fa ad esempio con i minori, quando sono i genitori o un genitore che detrae le spese relativi e al figlio.
Ma anche in questa fattispecie la fattura, seppur emessa al soggetto terzo, dovrebbe riportare nella descrizione che la prestazione e' stata svolta nei confronti del parente a carico, con anche l'indicazione del  suo codice fiscale. Se invece le viene chiesto di emettere la fattura al genitore come se la prestazione fosse stata erogata a lui, allora ciò non è corretto.
Come fare per